Please type your full name.
Valore non valido
Valore non valido
Invalid email address.
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido

Premendo il tasto Richiedi Informazioni, dichiaro di aver preso visione dell'Informativa sulla privacy ai sensi del D. Lgs 30/06/2003 n. 196 e autorizzo il CATA al trattamento dei miei dati personali sopra riportati per la vostra attività.

0437851360

CATA Belluno ambiente salute sicurezza sul lavoro

CATA icona Sicurezza

Sicurezza

salute e sicurezza sul lavoro

CATA icona Modelli

Modello MOG

modello di organizzazione e gestione

CATA icona Ambiente

Ambiente

gestione rifiuti aziendali

CATA icona Formazione

Formazione

corsi sicurezza sul lavoro

CATA icona Secur8

Secur8

gestionale per la sicurezza aziendale

Appalti pubblici

Appalti

Appalti pubblici: qualificazione SOA per lavori pubblici

 

icona info cata sicurezza ambiente Richiedi INFORMAZIONI gratuite e senza impegno freccia

 

IL CATA
è vicino alla tua impresa

Dal 1989 il Consorzio CATA è a disposizione delle imprese con la missione di fornire alle imprese una consulenza amica su ambiente salute sicurezza sul lavoro, agile e contenuta nei costi pur nella necessità di ottemperare alle innumerevoli disposizioni normative e un servizio di supporto che aiuta a migliorare la situazione lavorativa in impresa. Il CATA si occupa di ambiente salute sicurezza sul lavoro.

Scopri chi è il CATA

 

formazione sicurezza al lavoro
gestione ambientale e della salute e sicurezza sul lavoro
modello mog organizzazione gestione aziendale
salute e sicurezza sul lavoro e gestione ambientale
gestionale informatico sicurezza
normative ambientali in azienda

 

Dove
trovi il consorzio CATA



Consorzio
C.A.T.A.

Via Gresal, 5/c
32036 Sedico (BL)
Tel. 0437 851380
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 


icona info cata sicurezza    icona telefono cata sicurezza ambiente




InfonewsCATA

 

 

  • E’ legge il DL 127

    E’ legge il DL 127

    È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.277 del 20 novembre 2021 la Legge 19 novembre 2021, n. 165

    È stato convertito in legge, con modificazioni, il decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, recante misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l'estensione dell'ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening.

    greenpassdl

     

    In vigore dal 21 novembre 2021

     

    Riassumiamo le novità introdotte

     

      

     

    Pubblico e privato: i lavoratori possono chiedere di consegnare al datore di lavoro copia della propria certificazione verde COVID-19 e vengono di conseguenza esonerati dai controlli per il tempo di validità del certificato stesso.

    Pubblico e privato: nessuna sanzione in caso di certificazione verde in scadenza durante la prestazione lavorativa e "la permanenza del lavoratore sul luogo di lavoro è consentita esclusivamente per il tempo necessario a portare a termine il turno di lavoro".

    Sospensione lavoratori sprovvisti di certificazione verde nelle aziende sotto i quindici dipendenti: "il datore di lavoro può sospendere il lavoratore per la durata corrispondente a quella del contratto di lavoro stipulato per la sostituzione, comunque per un periodo non superiore a dieci giorni lavorativi, rinnovabili fino al predetto termine del 31 dicembre 2021, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del posto di lavoro per il lavoratore sospeso".

    I datori di lavoro pubblici e privati possono promuovere campagne di informazione e sensibilizzazione.

    Attività teatrali a scuola: vigono le stesse regole delle attività didattiche.

    Lavoro in somministrazione: la verifica certificazione verde è onere dell'utilizzatore, al somministratore spetta informare i lavoratori sulle prescrizioni.

  • Arriva il

    Arriva il "super green pass"

    COVID-19 - Nuovo Decreto

    super green pass

     

    Arriva il "super green pass" che dura 9 mesi, non più 12. Nulla cambia per il lavoro, ma attenzione che per accedere alla mensa aziendale serve il green pass rafforzato. Il testo prevede una serie di misure di contenimento della "quarta ondata" della pandemia Sars-Cov2 nei seguenti ambiti principali.

     

        

    OBBLIGO VACCINALE E TERZA DOSE

    Il decreto legge prevede di estendere l'obbligo vaccinale, per il personale sanitario (e per le nuove categorie a seguire), alla terza dose a decorrere dal 15 dicembre prossimo e con esclusione della possibilità di essere adibiti a mansioni diverse. Il testo approvato prevede che la durata di validità del Green Pass venga ridotta dagli attuali 12 a 9 mesi.

    ESTENSIONE DELL'OBBLIGO VACCINALE A NUOVE CATEGORIE

    Il provvedimento stabilisce l'estensione dell'obbligo vaccinale a ulteriori categorie, a decorrere dal 15 dicembre. Le nuove categorie coinvolte saranno: personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria), personale del soccorso pubblico. L'obbligo di Green Pass viene esteso anche ai seguenti settori: alberghi, spogliatoi per l'attività sportiva, servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale, servizi di trasporto pubblico locale.

    ISTITUZIONE DEL GREEN PASS RAFFORZATO

    Inoltre a decorrere dal 6 dicembre 2021 viene introdotto il Green Pass rafforzato (cosiddetto "super Green Pass") che vale solo per coloro che sono o vaccinati o guariti, quindi non a seguito di tampone negativo. Il nuovo Certificato Verde serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla: spettacoli anche di eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche. In caso di passaggio in zona arancione, le restrizioni e le limitazioni non scattano, ma alle attività possono accedere i soli detentori del Green Pass rafforzato. Dal 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022 è previsto che il Green Pass rafforzato per lo svolgimento delle attività, che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla, debba essere utilizzato anche in zona bianca. Sulla base delle nuove regole quindi, dal 6 dicembre, chi non è in possesso del "super green pass", derivante da sola vaccinazione o guarigione, non potrà entrare in bar e ristoranti al chiuso, palestre, impianti sportivi, cinema, teatri, discoteche, né partecipare a spettacoli, feste e cerimonie pubbliche. Per soggiornare in albergo basterà invece avere il green pass "base", così come per recarsi sul posto di lavoro: lo si potrà ottenere quindi anche con un tampone molecolare o antigenico.

    RAFFORZAMENTO DEI CONTROLLI E CAMPAGNE PROMOZIONALI SULLA VACCINAZIONE

    Sarà disposto un rafforzamento dei controlli da parte delle prefetture che devono prevedere un piano provinciale per l'effettuazione di costanti controlli entro 5 giorni dall'entrata in vigore del testo e saranno obbligate a redigere una relazione settimanale da inviare al Ministero dell'interno. Sarà inoltre potenziata la campagna di comunicazione in favore della vaccinazione. Il Governo ha assunto e ha intenzione di assumere in via amministrativa altre decisioni: è già consentita la terza dose dopo 5 mesi dalla seconda; aprirà da subito la terza dose per gli under 40; se autorizzate, potranno essere avviate campagne vaccinali per la fascia di età 5-12 anni.

    ATTENZIONE Ai fini del Green pass, il Certificato resta valido in caso di un tampone molecolare negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti o rapido nelle 48 ore precedenti. Lo si specifica perché era stata ventilata l'ipotesi di una riduzione della durata, mentre in realtà nulla è cambiato.

    OBBLIGO DI MASCHERINA Anche sull'obbligo di indossare la mascherina, per il quale si erano ipotizzate modifiche, nulla è variato. Valgono, dunque, le disposizioni in vigore sino ad ora. In zona bianca la mascherina non è obbligatoria all'aperto, ma va indossata in tutti i luoghi chiusi diversi dalla propria abitazione, compresi i mezzi di trasporto pubblico (aerei, treni, autobus) e in tutte le situazioni in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o siano possibili assembramenti. E' invece obbligatoria all'aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa.

    Per info il C.A.T.A. rimane a disposizione.

  • GREEN PASS NEI LUOGHI DI LAVORO: LE MISURE DAL 15 OTTOBRE 2021

    GREEN PASS NEI LUOGHI DI LAVORO: LE MISURE DAL 15 OTTOBRE 2021

    seminario greenpass 2

     CHI SONO I SOGGETTI COINVOLTI?

    Dal 15 ottobre 2021 fino al 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, a CHIUNQUE SVOLGE UNA ATTIVITÀ LAVORATIVA NEL SETTORE PUBBLICO e PRIVATO è fatto obbligo di possedere e di esibire, su richiesta, la certificazione verde COVID-19. NESSUNO E' ESCLUSO.

    Cerchiamo di fare ordine.

     

     

    GLI ADEMPIMENTI

    Di seguito elenchiamo e spieghiamo brevemente i principali adempimenti da seguire a partire dal 15 ottobre 2021. Ad ogni adempimento rendiamo disponibile un fac-simile scaricabile in formato word.

         SCARICARE LA APP «Verifica C19» in base alla tipologia di telefono su: app

     

     

     

    1. INFORMATIVA AI LAVORATORI con gli obblighi, le sanzioni, i casi di "assenza ingiustificata" e le modalità di verifica. 

    2. INFORMATIVA AL PERSONALE ESTERNO con le modalità di accesso, gli obblighi, le sanzioni e il personale incaricato

    3. MODALITA' OPERATIVE PER L'ORGANIZZAZIONE DELLE VERIFICHE con le modalità organizzative, le conseguenze in caso di mancata presenza del green pass e i riscontri delle verifiche

    4. NOMINA INCARICATO AI CONTROLLI per incaricare (NON DELEGARE) un soggetto a effettuare le verifiche dei green pass

    5. COMUNICAZIONE ASSENZA INGIUSTIFICATA del lavoratore qualora dopo la verifica del green pass, per diversi motivi, esso non risulti valido

    6. INFORMATIVA PRIVACY da esporre senza necessità di consenso

    7. INFORMATIVA GENERALE DA ESPORRE ad esempio sulle bacheche aziendali, in reception o sui siti web delle imprese

    Per ulteriori chiarimenti, il C.A.T.A. rimane a vostra disposizione.

     

     

     

  • SEMINARIO GREEN PASS

     Spettabili Imprese,

    seminario green pass

    al fine di dare alcuni chiarimenti in merito alle novità introdotte dal decreto che estende l'obbligo a tutti i lavoratori di dotarsi di Green pass abbiamo il piacere di invitarvi al Convegno di martedì 28 settembre alle ore 16:00, a Sedico presso il Centro Consorzi.

    Infatti a fronte di molte richieste di chiarimenti da parte dei datori di lavoro riguardanti i vari dubbi sulla tematica, desideriamo darvi alcune risposte al fine di aiutarvi nella gestione dell’applicazione di questo nuovo scenario.

     L'incontro prevede le presentazioni dalle ore 16:00 alle ore 18:00, a seguire un buffet e successivamente i relatori rimarranno a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.

    Per maggiori informazioni e per iscriversi potete cliccare sul seguente link:

    https://www.centroconsorzi.it/conferenza-la-gestione-dellemergenza-sanitaria-ed-il-futuro-delle-pmi/

 

C.A.T.A. è un consorzio di:   logo centroconsorzi

nel territorio, per il territorio, con il territorio   reti imprese dolomiti logo

Il sito del CATA, utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.