Please type your full name.
Valore non valido
Valore non valido
Invalid email address.
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido

Premendo il tasto Richiedi Informazioni, dichiaro di aver preso visione dell'Informativa sulla privacy ai sensi del D. Lgs 30/06/2003 n. 196 e autorizzo il CATA al trattamento dei miei dati personali sopra riportati per la vostra attività.

0437851360

MOG: Modello di Organizzazione e di Gestione 231/2001

Logo Sicurezza

Sicurezza

salute e sicurezza sul lavoro

Logo Modelli MOG

Modello MOG

modello di organizzazione e gestione

Logo Ambiente

Ambiente

gestione rifiuti aziendali

Logo Formazione

Formazione

corsi sicurezza sul lavoro

Logo Secur8

Secur8

gestionale per la sicurezza aziendale

Logo appalti

Appalti

Appalti pubblici: qualificazione SOA per lavori pubblici

MOG Modello di Organizzazione e di Gestione 231/2001

Evitare la Responsabilità
penale d’impresa con il MOG

È possibile evitare la responsabilità penale d’impresa con il MOG modello di organizzazione e di gestione infatti, la D.LGS 231/2001 prevede la responsabilità penale d’impresa in caso di commissione di certi reati: contro la pubblica amministrazione, societari, sicurezza sul lavoro, ambientali, concussione, corruzione, da parte di soggetti apicali che rivestono la funzione di rappresentanza, nel loro interesse e vantaggio. Una responsabilità penale collegata all’impresa nel momento in cui questa avrebbe potuto evitare il rischio con le corrette misure di prevenzione.

Le sanzioni previste possono essere pecuniarie, interdittive, confisca, pubblicazione della sentenza. Tutto questo si può prevenire se si è preventivamente adottato ed efficacemente attuato un modello MOG idoneo a prevenire reati della specie di quello verificatosi adottandosi di ottime misure di prevenzione.

 

icona info cata sicurezza ambiente Richiedi INFORMAZIONI gratuite e senza impegno freccia

 

InfonewsCATA

 

 

  • INFORMA IMPRESE in onda su TeleBelluno

    Le puntate per le aziende alle prese con l'emergenza Covid-19

    INFORMA IMPRESE è il programma in onda su TeleBelluno che Centro Consorzi, C.A.T.A. e Rete Imprese Dolomiti presentano alle imprese.

    Si tratta di una serie di brevi puntate che focalizzano, con precisione e semplicità, adempimenti, consigli e linee guida per fronteggiare il contagio ed aiutare gli imprenditori ad affrontare al meglio l'emergenza Coronavirus. 

    Clicca qui per vedere la prima puntata.

  • LA NUOVA AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI - 26 MARZO 2020

    Scarica il nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti aggiornato al 26 marzo 2020.

  • EMERGENZA COVID-19: Comunicazione di prosecuzione attività

    Il Decreto Presidente Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020 sospende tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle ritenute essenziali; il DPCM consente inoltre le attività che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività ritenute essenziali, e dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali, nonché delle attività degli impianti a ciclo produttivo continuo dalla cui interruzione derivi un grave pregiudizio all'impianto stesso o un pericolo di incidenti. 

    COMUNICAZIONE PREVENTIVA AL PREFETTO - Le attività sospese che proseguono in quanto funzionali a garantire la continuità delle filiere delle attività essenziali, oppure in quanto assicurate da impianti a ciclo produttivo continuo dalla cui interruzione derivi grave pregiudizio all'impianto stesso o un pericolo di incidenti, devono essere comunicate preventivamente al Prefetto della Provincia ove è ubicata l'attività produttiva. 

    MODALITA' DI COMUNICAZIONE AL PREFETTO - I modelli sono scaricabili dal sito della Prefettura di Belluno nella sezione informazioni utili del Coronavirus dove è possibile scaricare i modelli di comunicazione al Prefetto di Belluno per le attività previste dall'art.1 lettera D e G da inviare tramite posta certificata Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

    Ricordando le finalità del DPCM 22 marzo 2020, ossia il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus COVID-19, raccomandiamo un utilizzo responsabile della possibilità di prosecuzione esclusivamente per i casi individuati dal decreto. A tal proposito segnaliamo che il Prefetto può sospendere le predette attività qualora ritenga che non sussistano le condizioni. Per ulteriori informazioni e per la modulistiva necessaria visita il sito

  • APPALTI - CORONAVIRUS: NIENTE SANZIONI PER MANCATO RISPETTO DEI TERMINI

    E' stato temporaneamente modificato il Testo Unico dei Contratti di Appalto: niente sanzioni per mancato rispetto dei termini a causa dell'Emergenza Covid-19.

    Clicca qui per ulteriori informazioni.

 

 

C.A.T.A. è un consorzio di:   logo centroconsorzi

nel territorio, per il territorio, con il territorio   reti imprese dolomiti logo

Il sito del CATA, utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.