Please type your full name.
Valore non valido
Valore non valido
Invalid email address.
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido

Premendo il tasto Richiedi Informazioni, dichiaro di aver preso visione dell'Informativa sulla privacy ai sensi del D. Lgs 30/06/2003 n. 196 e autorizzo il CATA al trattamento dei miei dati personali sopra riportati per la vostra attività.

0437851360

MOG: Modello di Organizzazione e di Gestione 231/2001

Logo Sicurezza

Sicurezza

salute e sicurezza sul lavoro

Logo Modelli MOG

Modello MOG

modello di organizzazione e gestione

Logo Ambiente

Ambiente

gestione rifiuti aziendali

Logo Formazione

Formazione

corsi sicurezza sul lavoro

Logo Secur8

Secur8

gestionale per la sicurezza aziendale

MOG Modello di Organizzazione e di Gestione 231/2001

Evitare la Responsabilità
penale d’impresa con il MOG

È possibile evitare la responsabilità penale d’impresa con il MOG modello di organizzazione e di gestione infatti, la D.LGS 231/2001 prevede la responsabilità penale d’impresa in caso di commissione di certi reati: contro la pubblica amministrazione, societari, sicurezza sul lavoro, ambientali, concussione, corruzione, da parte di soggetti apicali che rivestono la funzione di rappresentanza, nel loro interesse e vantaggio. Una responsabilità penale collegata all’impresa nel momento in cui questa avrebbe potuto evitare il rischio con le corrette misure di prevenzione.

Le sanzioni previste possono essere pecuniarie, interdittive, confisca, pubblicazione della sentenza. Tutto questo si può prevenire se si è preventivamente adottato ed efficacemente attuato un modello MOG idoneo a prevenire reati della specie di quello verificatosi adottandosi di ottime misure di prevenzione.

 

icona info cata sicurezza ambiente Richiedi INFORMAZIONI gratuite e senza impegno freccia

 

InfonewsCATA

 

 

  • Piano strategico sicurezza sul lavoro: ecco le novità in arrivo in Veneto.

    Piano strategico sicurezza sul lavoro: ecco le novità in arrivo in Veneto.

    Piano strategico sicurezza sul lavoro: ecco le novità in arrivo in Regione Veneto.

    piano strategico sicurezza lavoro regione veneto 04Nuovo piano strategico sicurezza sul lavoro con le novità per la Regione Veneto.  E' previsto un bando per trenta operatori entro il 2018 per il rafforzamento del lavoro di prevenzione e 400 aziende controllate in più ogni anno rispetto a quanto fatto nel 2017 (circa 13 mila aziende interessate), privilegiando le realtà più a rischio e le aziende che non sono ancora state controllate.

    400 aziende controllate in più ogni anno e 30 operatori di prevenzione Regione Veneto

     

     

    Piano strategico sicurezza sul lavoro

    Sono questi i cardini del piano strategico per la sicurezza sul lavoro approvato dal tavolo tecnico regionale composto da Regione del Veneto, Ispettorato interregionale del lavoro, Inail, Vigili del Fuoco, Ance, Upi, sindacati confederali e associazioni datoriali e della cooperazione. Il piano prevede un investimento di 9,5 milioni di euro, provenienti dalle sanzioni in materia comminate alle imprese nel quadriennio 2013-2016, e otto aree di intervento nelle quali sviluppare azioni di breve e medio periodo. Nello specifico:

  • Come valutare il micro clima in azienda

    Come valutare il micro clima in azienda

    L'INAIL spiega come valutare il micro clima in azienda.

    valutare microclima in azienda 04L'Inail spiega come valutare il micro clima in azienda grazie alla pubblicazione di un opuscolo nel quale sono riportate le istruzioni e le indicazioni necessarie per giungere a una corretta valutazione del rischio microclima. I requisiti minimi che i luoghi di lavoro devono possedere per poter risultare conformi e garantire quindi condizioni di benessere adeguate vengono indicati dall'Allegato IV al punto 1.9 del D.Lgs 81/2008, ossia:

     

  • Pubblicazione INAIL: lavori su impianti elettrici in bassa tensione

    Pubblicazione INAIL: lavori su impianti elettrici in bassa tensione

    INAIL pubblica la relazione lavori su impianti elettrici in bassa tensione

    INAIL lavori impianti elettrici in bassa tensione 04INAIL pubblica la relazione sui lavori impianti elettrici in bassa tensione, con la pubblicazione del D.Lgs 81/2008 e delle norme CEI 11-15 e CEI 11-27, IV Edizione, e con il recepimento della norma En 50110-1:2013, sono a disposizione dei datori di lavoro tutte le disposizioni legislative e normative da mettere in atto per ridurre il rischio nei lavori con rischio elettrico. Il presente lavoro ha lo scopo di presentare le disposizioni legislative e normative esempi e procedure per la sicurezza dei lavoratori.  

  • Comitato Provinciale di Coordinamento della Sicurezza

    Comitato Provinciale di Coordinamento della Sicurezza

    E' stata pubblicata la relazione attivià svolta del Comitato Provinciale di Coordinamento della Sicurezza Provincia di Belluno.

    E' ora pubblicata la relazione attivià svolta del Comitato Provinciale di Coordinamento della Sicurezza Provincia di Belluno, che rende nota tramite l'allegata relazione l'attività svolta nel corso dell'anno precedente di tutte le componenti di tale organismo.

    Ulteriori Informazioni:
    Scarica la relazione Comitato Provinciale di Coordinamento della Sicurezza dell'anno 2017

     

     

     

 

 

C.A.T.A. è un consorzio di:   logo centroconsorzi

nel territorio, per il territorio, con il territorio   reti imprese dolomiti logo

Il sito del CATA, utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.